World Of Warcraft: padre assolda killer per uccidere il figlio

0
160

Cina: un padre esasperato dal comportamento del figlio;

il giovane di 23 anni  non studia e non cerca lavoro perché passa moltissimo tempo a giocare online con World Of Warcraft,  uno dei più famosi giochi di ruolo online.
Allora il padre prende una decisione drastica: risolvere il problema direttamente sul Web, UCCIDENDO  l’avatar (cioè il personaggio che il figlio interpreta nel gioco).

Come? Contatta altri giocatori con avatar di livello superiore e COMMISSIONA l’omicidio virtuale su World of Warcraft.
L’assassinio si compie, ma non serve allo scopo: ogni volta che l’avatar viene ucciso, il ragazzo ricomincia a giocare creando un nuovo personaggio. Dopo l’ennesima uccisione, uno dei killer CONFESSA di essere stato assoldato dal padre.
Il ragazzo dichiara: <<Posso giocare o non giocare, non voglio cercarmi nessun lavoro, voglio trovare qualcosa che mi soddisfi.>>.

Non sembra essere un buon metodo.
In Cina, i dipendenti da videogiochi vengono curati anche con l’elettroshock e con periodi di “riabilitazione” in campi di recupero gestiti in maniera militare.
Alla fine, al ragazzo poteva andare anche peggio.

 Qui la notizia originale.

Dr. Romeo Lippi