Amici veri o virtuali?

Quante volte ci vantiamo di quelle amicizie che abbiamo ottenuto su facebook? Quante volte siamo appagati quando riceviamo una richiesta di amicizia?

Il numero di amici su facebook ci porterebbe secondo alcuni studi ad aumentare il nostro livello di piacere momentaneo, ma ahimè in modo solo effimero, come l’effetto di una droga leggera sul nostro cervello.

Quindi la realtà è ben diversa e distante dal compiacimento poiché quanti di questi migliaia di amici conosciamo e frequentiamo “QUOTIDIANAMENTE” nella vita reale?
Secondo un ricercatore di antropologia, Robin Dunbar, professore dell’Università di Oxford, che afferma: il numero massimo di relazioni che siamo in grado di intrattenere nello stesso momento equivale a 150 circa. Anche se nella realtà, solo 15 amici di questi 150 potrebbero essere considerati come tali al di fuori, quindi, del social network.

Qui una sua citazione: “ci sono dei vincoli cognitivi sul social network che nemmeno i vantaggi della comunicazione online possono superare, in termini pratici tutto si riflette nel fatto che le relazioni nel mondo reale hanno bisogno di un’interazione faccia a faccia per mantenersi in vita, a differenza degli incontri casuali”.

Essendo questa la verità, perché la maggior parte degli utenti si ostina ad ottenere più amici possibili?

Una risposta plausibile e da cui prendere spunti di riflessione è LA SOLITUDINE. La tecnologia sta facendo sprofondare l’animale sociale per eccellenza in una forma di solitudine senza precedenti.

In conclusione

Sarebbe utile ogni tanto, fare pulizia di quelle amicizie effimere che probabilmente non rispecchiano il reale numero di amici conosciuti nella realtà. Questo potrebbe aiutare a enfatizzare quelle relazioni che sono invece presenti e solide nella vita reale e a distaccarci dal mondo virtuale, sempre più solo e isolato dal resto.

Dr. Emanuele Altomare